RAPPORTO SCUOLA FAMIGLIA

Nella scuola primaria il rapporto scuola-famiglia assume un ruolo fondamentale per il compito e  l’incidenza che i genitori e gli insegnanti hanno rispetto alla crescita del bambino. Esso avviene attraverso una proposta educativa il più possibile unitaria, basata su una stima reciproca. La corresponsabilità educativa sottende il riconoscimento dei diversi ruoli fra i soggetti educativi.

Occasioni privilegiate del rapporto con i genitori sono:

 

Colloqui di iscrizione e d’ingresso con la Coordinatrice

La famiglia ha l’opportunità di un colloquio quale occasione per la conoscenza e l’approfondimento dell’Offerta Formativa. A tale colloquio segue la possibilità dell’iscrizione secondo la disponibilità dei posti per classe. La famiglia è invitata dalla coordinatrice ad un secondo colloquio per la conoscenza del bambino.

 

Colloqui individuali con gli insegnanti

I colloqui individuali sono momenti in cui, nel corso dell’anno, genitori ed insegnanti verificano il cammino del bambino ed il livello raggiunto nell’apprendimento, si confrontano e si aiutano nel rispettivo compito educativo. I colloqui sono fissati, tramite diario, su appuntamento.
La richiesta può essere presentata sia dai genitori che dagli insegnanti. Per la consegna della scheda di valutazione quadrimestrale sono previsti due colloqui (febbraio e giugno).
Quest’anno in via sperimentale, venendo incontro alla richiesta emersa in Consiglio di Interclasse da parte dei genitori, la scuola offre  la possibilità di colloqui pomeridiani (uno nel primo quadrimestre, uno nel secondo quadrimestre) solo per i genitori impossibilitati a venire al colloquio la mattina per motivi di lavoro.

 

Assemblee di classe

Di norma tre volte nell’arco dell’anno scolastico, le assemblee hanno lo scopo di:

  • comunicare alle famiglie il percorso educativo e didattico, gli obiettivi, le ragioni delle scelte effettuate e la qualità della risposta dei bambini in termini di crescita e di apprendimento. Gli insegnanti, attraverso il racconto di esempi e la comunicazione/osservazione di lavori, illustrano la ricchezza e l’intensità della vita scolastica, le fatiche e le difficoltà, i passi compiuti, quelli ancora da compiere e i risultati ottenuti.
  • interagire con i genitori allo scopo di approfondire, confrontare e condividere le scelte educative e didattiche.

Durante l’anno le famiglie sono invitate a incontri su tematiche educative inerenti bisogni e domande emergenti dall’esperienza scolastica quale forma di aiuto nell’affronto del compito educativo.

Print Friendly