FESTA DI FINE ANNO SCOLASTICO: UNA FESTA DELLA FAMIGLIA

In questi nostri strani tempi in cui, prendendo in prestito le parole di Chesterton, anche le foglie verdi in estate vanno dimostrate, potrebbe essere una bella idea realizzare uno spot pubblicitario che ricordi al mondo l’enorme carica energetica positiva che una famiglia è in grado di offrire alla società intera.

Ecco, la festa della Scuola San Carlo potrebbe essere candidata a prestare i propri volti a questa pubblicità: mamme e papà, figli ed educatori che insieme lavorano e affrontano la vita, con fatica e qualche sacrificio, ma anche con voglia di fare e fiducia nella sfida quotidiana.

La fine di quest’anno scolastico è stata valorizzata da una settimana ricca di proposte originali e molto diverse tra di loro: a partire da domenica 3 giugno, si sono susseguiti una gara di Orienteering all’Orrido, due concerti, del coro della scuola e di un gruppo di genitori ed insegnanti sulle musiche di Claudio Chieffo, uno spettacolo degli alunni del laboratorio teatrale, tornei sportivi, cene di classe, voli di aquiloni e street food… ognuna di queste esperienze meriterebbe un proprio spazio di approfondimento, ma siccome si sa che la pubblicità per far effetto richiede spazi brevi, come questo articolo del resto, per girare quello spot sarà necessario correre veloce su molti di questi momenti, soffermandoci solo su uno.

Ognuno ha nel cuore il suo.

Io per esempio proporrei il sabato della serata finale, iniziato dall’incontro con il Capofamiglia per eccellenza, nonchè motore propulsivo di molte famiglie che scelgono la scuola cattolica: Gesù eucaristico. La liturgia della Messa di quest’anno, valorizzata dall’omelia di don Costante, è stata proprio incentrata sulla coppia, sulla genitorialità, sulle famiglie insomma, rendendo speciale una normale serata di giugno con le parole di amore eterno che Dio rivolge ai suoi figli attraversando la storia, fin dall’Antico Testamento.
Famiglie protagoniste durante il resto della serata, in modo spontaneo, allegro, molte disponibili ad aiutare secondo il ruolo stabilito in fase organizzativa. Genitori alle casse, in cucina ma anche a suonare e cantare sul palco, insegnanti finalmente un po’ rilassati e contenti dell’ affetto che circondava la scuola, bambini e ragazzi di ogni età liberi di giocare e ballare in un luogo sentito proprio.

Registi di questo spot sono stati i genitori dell’associazione “Il Percorso”: tenendo sempre il filo diretto con la scuola, hanno orchestrato una meravigliosa e organizzatissima sinergia di talenti, che si è occupata dagli aspetti più pratici, come rimediare tavoli, sedie e griglie… a quelli più creativi, come il concerto dal vivo dei papà con le splendide voci di due insegnanti, dedicandosi, in fondo, a quei valori a cui ogni famiglia aspira ogni giorno: impegno e cura per un benessere condiviso.

Proprio il concerto dei papà potrebbe essere l’ultima scena dello spot: immagini del backstage che rivelino le serate protratte fino a tarda notte per fare le prove, la fatica muscolare di montare e smontare il palco, quella relazionale di creare armonia tra gli strumenti e i musicisti… la bellezza di volti rilassati, coinvolti e avvolti dalla musica… e poi… per il gran finale…fermo immagine sullo sguardo incantato di un bambino che da sotto il palco guardava pieno di orgoglio il suo papà suonare: una proposta di vita senza bisogno di altre parole… davvero una festa della famiglia.

Barbara, una mamma