C’è uno sguardo che mi apre a… vedere quello che Dio mette davanti agli occhi
Dopo averlo annunciato durante l’ultima assemblea di classe della quarta, ecco arrivato il momento. Il 10 ottobre noi insegnanti di quinta, insieme ai nostri alunni, il partiamo alla volta di San Galgano, Massa Marittima con la sua miniera, il parco Archeologico di Baratti e Populonia, le cave di Massa e Bocca di Magra. Inutile dire che i nostri ragazzi sono eccitati e desiderosi di vivere con i loro compagni e con gli insegnanti tre giorni lontani dalla propria famiglia. Una gita da grandi!

I giorni precedenti la partenza sono segnati dalle attese, dalla preparazione per la seconda serata nella quale gli alunni avrebbero messo in scena le loro doti di attori, presentatori, ballerini…

Noi insegnanti durante la gita abbiamo assaporato e gustato la bellezza di vedere i nostri alunni giocarsi, sfidarsi in circostanze del tutto nuove. Ci hanno colpito i loro sguardi rivolti alle guide che di volta in volta li accompagnavano alla scoperta delle tracce del popolo etrusco, del lavoro dei cavatori, dei minatori… Li abbiamo visti vivere intensamente, da protagonisti ogni momento; pur piccoli hanno vissuto da grandi, con consapevolezza, ricchi di domande da porre a chi li guidava. La compagnia tra noi insegnanti ha avuto a cuore la riuscita della gita nella coscienza che si educa in ogni momento.

Nella nostra scuola la gita di tre giorni in quinta è una grande possibilità come cita il nostro PTOF “Ai soli alunni di V viene proposta un’uscita didattica-formativa di più giorni in un luogo di particolare bellezza e attinente a un argomento di studio significativo della classe stessa. La passione e l’impegno della compagnia educante, che decide in libertà di condividere con colleghi e alunni “pezzi” di bellezza e di amicizia, è la scintilla che mette in movimento il bambino rendendolo protagonista attivo di ciò che sperimenta.” Siamo grati ai nostri alunni perché ci hanno testimoniato che camminando insieme, guardandosi e guardando chi guida si è lieti in ogni circostanza.

Maestre Silvia e Lorena

 

Scuola San Carlo Borromeo

La scuola San Carlo si ispira ai principi costituzionali della Repubblica Italiana e si inserisce nella tradizione educativa della Chiesa Cattolica, fondata sulla certezza che Cristo è il senso della vita e della storia e, di conseguenza, anche dell’esperienza educativa.

I nostri recapiti

Via Trento 3, 22044 Inverigo (Co)

031 609156 - 031 3591574

segreteria@scuolasancarlo.it

Dove siamo

Scuola San Carlo Borromeo. IN VERE VICUS coop. soc. P. IVA e Cod. Fisc. 01816340135
Informativa Cookie | Informativa Privacy