La lingua inglese alla scuola San Carlo Borromeo

L’apprendimento della lingua inglese, anche con l’insegnante madrelingua, contribuisce alla formazione integrale della personalità del bambino prima e del ragazzo poi in quanto aiuta a sviluppare le risorse linguistiche e culturali che aumentano la capacità di azione nel reale, anche oltre i confini nazionali. Imparare una lingua straniera aumenta il pensiero creativo, permette di diventare cittadino del mondo.

La costante che accompagna l’intero percorso alla scuola San Carlo è la possibilità di far conversazione con dei docenti madrelingua; l’immersione nella lingua inglese è totale perché gli studenti devono parlare in lingua per esprimere le loro necessità. Così facendo migliorano la pronuncia, la comprensione orale, imparano frasi idiomatiche e modi di dire di quella lingua. La preziosità del madrelingua va ad arricchire il lavoro svolto dal docente di lingua inglese.

La San Carlo propone un curricolo verticale per quanto riguarda l’insegnamento della lingua inglese che parte dalla prima elementare e si conclude con l’ultimo anno della scuola secondaria del primo ciclo. Ma cosa si intende per curricolo verticale? Significa un percorso unitario che porti all’acquisizione di competenze linguistiche e comunicative che crescono e si armonizzano insieme. La preoccupazione è quella di proporre attività ed esperienze linguistiche volte a favorire tali competenze ponendo molta attenzione all’età e allo sviluppo cognitivo degli alunni.  La costruzione del curricolo verticale prevede lo sviluppo di 4 skills (reading comprehension, listening comprehensione, speaking and writing) che vengono affrontate con approcci diversi in base all’età degli studenti: si passerà da un approccio prettamente ludico e esperienziale fatto di canzoni, giochi, letture ad un approccio più metodologico.