Il mio sguardo si ferma sul venerdì precedente l’open day; passando nei corridoi, entrando nelle aule balza all’occhio la presenza discreta e operativa di genitori che decidono di regalare un po’ della loro creatività, della loro “manovalanza”, del loro tempo per la scuola dei propri figli. A pensarci non è scontato che degli adulti collaborino con la direttrice e gli insegnanti affinchè la realizzazione dell’open day riesca al meglio.

Nel nostro PTOF è scritto che “la scuola (perciò) fonda il rapporto con i genitori sulla corresponsabilità educativa, tesa alla crescita del bambino, attraverso il dialogo e la stima reciproca che implicano il riconoscimento delle diverse competenze”; queste parole ancora una volta prendono carne e vedere i genitori all’opera mi stupisce sempre.

Anche il giorno dell’open day tanti adulti si sono messi in movimento dando ciascuno secondo le proprie disponibilità: c’era chi si occupava dell’accoglienza, chi curava la mensa, chi l’aula dei quaderni, chi sorvegliava le porte delle aule affinchè nessuno potesse entrare disturbando la rappresentazione dei bambini già iniziata…e chi a fine giornata ha contribuito a riordinare le aule perché il lunedì mattina gli scolari potessero trovare un ambiente ordinato, adatto a continuare l’avventura dell’apprendimento.

Il vedere così tante persone adoperarsi per i propri figli ha alimentato la speranza che l’educazione è possibile, accade, quando degli adulti sono implicati con i bambini, adulti che non stanno a latere ma a fianco dei figli e degli insegnanti, che camminano insieme.

La scuola era “agghindata” al meglio, ogni aspetto curato non lasciato al caso: una scuola BELLA.

Dal cuore sale un grande GRAZIE a tutti i genitori e sono davvero tanti, che si sono impegnati e un GRAZIE anche a tutti coloro che hanno semplicemente accompagnato i figli a scuola anche di sabato per dare loro la possibilità di comunicare alle mamme e ai papà che a scuola “c’è uno sguardo che mi apre a …”, uno sguardo appassionante che spalanca alla realtà tutta.

Maestra Lorena

 

Scuola San Carlo Borromeo

La scuola San Carlo si ispira ai principi costituzionali della Repubblica Italiana e si inserisce nella tradizione educativa della Chiesa Cattolica, fondata sulla certezza che Cristo è il senso della vita e della storia e, di conseguenza, anche dell’esperienza educativa.

I nostri recapiti

Via Trento 3, 22044 Inverigo (Co)

031 609156 - 031 3591574

segreteria@scuolasancarlo.it

Dove siamo

Scuola San Carlo Borromeo. IN VERE VICUS coop. soc. P. IVA e Cod. Fisc. 01816340135
Informativa Cookie | Informativa Privacy