In occasione del centenario dalla fine della Grande Guerra, il Piccolo Teatro Santa Maria apre ancora le sue porte ad alunni e genitori della scuola secondaria. Lunedì 11 marzo l’auditorium ha infatti ospitato il coro Capitano Grandi, che raccoglie alcuni studenti delle facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano, colpiti e affascinati dai canti della tradizione alpina.
È stato così proposto un interessante percorso in parole e musica: grazie ai testi di alcuni grandi autori, che si sono alternati alle esecuzioni del coro, siamo stati condotti a riflettere sul tema della guerra, che drammaticamente segna anche i giorni nostri.

Matteo Bonanni, docente del laboratorio teatrale della scuola, ha così dato voce alle pagine di Emilio Lussu, Don Carlo Gnocchi, Eugenio Corti e papa Benedetto XVI, aiutandoci a indirizzare lo sguardo anche nel mezzo di una tragedia simile.

La Preside, nell’introduzione alla serata, ricorda infatti che non basta conoscere i fatti quando si accosta lo studio di tali eventi; occorre ricercare i volti di chi è stato capace di testimoniare la vera natura del nostro cuore e a questi rivolgere lo sguardo.

Alla ricerca di simili testimoni, è nata dunque la presente serata, altra preziosa occasione per poter meglio conoscere quel mistero che ci abita. Sono queste, del resto, le stesse ragioni che hanno messo in moto i ragazzi del Coro nel 1998, quando hanno deciso di dare vita alla loro esperienza, le stesse che li fanno cantare con passione anche in questa occasione, come ricorda il loro direttore:

“Questi canti raccontano della nostalgia, del dolore e dell’amore. Noi oggi cantiamo per la consonanza trovata con questi desideri del cuore umano; cantiamo per riscoprire sempre più la stessa umanità che, nel famoso Testamento del capitano, fa cantare al capitano Grandi, in punto di morte, la bellezza della vita”.
Canti e parole, dunque, che ci fanno scoprire un cuore più grande della guerra.

Gloria Fumagalli

 

Scuola San Carlo Borromeo

La scuola San Carlo si ispira ai principi costituzionali della Repubblica Italiana e si inserisce nella tradizione educativa della Chiesa Cattolica, fondata sulla certezza che Cristo è il senso della vita e della storia e, di conseguenza, anche dell’esperienza educativa.

I nostri recapiti

Via Trento 3, 22044 Inverigo (Co)

031 609156 - 031 3591574

segreteria@scuolasancarlo.it

Dove siamo

Scuola San Carlo Borromeo. IN VERE VICUS coop. soc. P. IVA e Cod. Fisc. 01816340135
Informativa Cookie | Informativa Privacy