Secondaria di primo grado

INFO GENERALI SECONDARIA

ORARIO DELLE LEZIONI
Lunedì 8.00 – 13.45
Martedì 8.00 – 13.15
Mercoledì 8.00 – 13.15
Giovedì:  8.00 – 13.15
Venerdì 8.00 – 16.00

ORARIO SEGRETERIA
dal lunedì a venerdì
dalle 8.10 alle 13.00

CALENDARIO SCOLASTICO
Inizio Lezioni: 9 settembre 2021
Termine Lezioni: 8 giugno 2022

sospensione delle lezioni:

1 – 2 novembre – commemorazione Defunti
6 – 7 e 8 dicembre – festa patronale e I. C.
dal 23 dicembre al 7 gennaio – vacanze natalizie
3 – 4 marzo – carnevale ambrosiano
dal 14 al 19 aprile – vacanze pasquali
2 giugno – festa della Repubblica

Offerta formativa

“Educare é introdurre alla realtà totale” (Luigi Giussani).

Questa è l’esperienza che la scuola San Carlo si propone di attuare e che possiamo denominare realismo pedagogico. Il presupposto di questo realismo pedagogico è una visione del mondo fondata sulla certezza che le cose hanno un significato, che i problemi sono fatti per essere risolti e che la realtà è da scoprire in quanto essa è la fondamentale risorsa che l’uomo ha per realizzare se stesso.

La scuola diventa allora per l’alunno spazio di crescita, sollecitata dalla relazione educativa con l’adulto insegnante che, avendo fatto propria questa ipotesi positiva, la consegna al ragazzo attraverso la specificità della propria disciplina. 

Scopo dell’insegnamento nella scuola secondaria di primo grado è perciò quello di radunare i contributi delle singole discipline  in un sapere unitario capace di accompagnare il ragazzo ad una lettura consapevole della realtà totale e di se stesso.  

Fulcro e chiave della proposta educativa  è l’approccio critico: nella scuola secondaria si giunge infatti a comprendere che il desiderio di conoscere – sempre più urgente e pressante – affonda le proprie radici nel confronto tra sé e il mondo e quindi nel raggiungimento di una sempre più spiccata autonomia.

Tempo scuola

La nostra proposta didattica si articola settimanalmente in modo tale da raggiungere il monte ore richiesto dalla normativa vigente. Durante l’anno scolastico, a complemento delle attività curricolari, sono previste visite guidate, uscite didattiche, attività laboratoriali, tornei sportivi, che in alcune occasioni potrebbero svolgersi di sabato. Le lezioni si svolgono da lunedì a venerdì con questa scansione:

L’ora di lezione è il momento privilegiato a disposizione dell’insegnante per spalancare i ragazzi alla realtà totale, pur guardata attraverso la sfaccettatura, il punto di vista e il linguaggio delle singole discipline. Le diverse materie sono la risorsa per allargare gli orizzonti, non il semplice contenitore degli argomenti da trattare.

Le materie scolastiche rappresentano la più grande opportunità offerta agli allievi di acquisire prospettive diverse per penetrare la complessità del reale svelandone contenuti, nessi e significati: in questo consiste l’imparare.

Il monte-ore annuale è di 990 ore, come da disposizioni ministeriali. Le 30 ore curricolari settimanali sono distribuite su cinque giorni, secondo questa scansione degli spazi orari settimanali:

DISCIPLINA classe I classe II classe III
LINGUA ITALIANA 7 7 7
MATEMATICA 4 4 4
SCIENZE 2 2 2
STORIA 2 2 2
GEOGRAFIA 2 2 2
LINGUA INGLESE 3+1* 3+1* 3+1*
LINGUA SPAGNOLA 2 2 2
MUSICA 2 2 2
ARTE 2 2 2
TECNOLOGIA E INFORMATICA 2 2 2
SCIENZE MOTORIE 2 2 2
RELIGIONE 1 1 1
totale 32 32 32

 

* potenziamento lingua inglese con docente madrelingua

** EDUCAZIONE CIVICA prevede 33 ore annuali svolte trasversalmente nelle diverse discipline

Ogni attività proposta dalla scuola concorre alla formazione e all’educazione dei ragazzi.

Le uscite didattiche e i viaggi d’istruzione non sono né semplici integrazioni al curricolo, né mere occasioni di “socializzazione” tra allievi e insegnanti, ma contribuiscono a dare corpo di esperienza vissuta al progetto educativo della Scuola. Ciò che le lezioni hanno comunicato con i propri strumenti tipici, viene in queste occasioni incontrato dal vivo dagli allievi.

Strettamente integrate nel curricolo di studio, le uscite vengono accuratamente preparate cosicché gli allievi, in ciò che vedono in quelle occasioni ritrovino i nessi con quanto ascoltato e studiato in classe e ne maturino una più ricca consapevolezza. Tradizionalmente la scuola propone due tipi di uscita: le uscite sul territorio, che hanno la durata di una mattinata o di un’intera giornata; i viaggi di istruzione, che hanno la durata di due o più giorni.

Attraverso le attività sportive proposte dalla scuola, i ragazzi imparano a conoscere se stessi, le proprie capacità e i propri limiti e a comprendere che questi possono essere migliorati con l’impegno ed il lavoro; imparano ad accettare la fatica come strumento per raggiungere traguardi più avanzati. Lo sport aiuta i ragazzi ad imparare a vivere la competizione e l’agonismo serenamente, per dare il meglio di se stessi, nella compagnia della propria squadra e nel confronto con i coetanei. 

Sono altresì previste attività di sostegno e recupero per gli studenti che evidenziano, nel corso dell’anno scolastico, particolari difficoltà o lacune, i quali vengono invitati dall’insegnante curricolare a frequentare un’attività mirata di recupero delle competenze fondamentali. La presenza di un numero ristretto di studenti garantisce un intervento più efficace da parte del docente e una partecipazione più attiva dell’alunno.

La partecipazione alle attività opzionali è una possibilità offerta a completamento del percorso scolastico di ciascun alunno. Riteniamo importante, perciò, far presente che un confronto con gli insegnanti può essere utile per verificare le scelte fatte, nella direzione di favorire un’esperienza scolastica più ricca e proficua.

 

  • Doposcuola
    Tutti gli studenti le cui famiglie richiedano il servizio, sotto la guida di un docente della scuola, vengono accompagnati nello svolgimento dei compiti assegnati durante le ore di lezione. Durante l’attuale anno scolastico il doposcuola si svolge dal lunedì al giovedì fino alle ore 16.00.

  • Laboratorio di canto corale
    Il canto, in quanto componente fondamentale e universale dell’esperienza umana, offre uno spazio simbolico e relazionale propizio all’attivazione di processi di cooperazione e socializzazione, all’acquisizione di strumenti di conoscenza, allo sviluppo del senso di appartenenza a una comunità, nonché all’interazione tra culture diverse. Il laboratorio di canto corale si sviluppa durante tutto il corso dell’anno scolastico e si propone di offrire uno spazio all’interno del quale ogni ragazzo possa vivere un’esperienza di relazione e condivisione con i propri compagni ponendosi al servizio dei momenti salienti della vita scolastica.

  • Laboratorio di atletica
    Questo laboratorio nasce con l’intento di fornire ai ragazzi l’opportunità di praticare sport in un ambiente in cui non venga meno l’attenzione educativa accanto a quella sportivo-agonistica. Nelle due ore settimanali si mira a far acquisire la consapevolezza che solo un impegno continuo consente il raggiungimento di una migliore prestazione e che il merito risiede tanto nei risultati raggiunti quanto nell’impegno profuso.

  • Laboratorio di drammatizzazione in lingua inglese

    Si tratta di un’attività che diventa un grande strumento di motivazione allo studio della lingua inglese; l’essere immersi in un ‘ruolo’ consente una maggiore libertà linguistica, l’uso di musiche con diversi ritmi e suoni facilita lo sviluppo della coordinazione, la memorizzazione di brevi parti favorisce la concentrazione sul lavoro, mentre il fidarsi del compagni di scena fortifica la costruzione di un’unità corale.

  • Laboratorio di teatro
    Il tentativo di recitare, di portare in vita delle parole che sono inizialmente scritte, porta il ragazzo a doversi confrontare in prima persona con quello che ha di fronte e a mettersi in gioco totalmente all’interno del percorso conoscitivo. Attraverso questo laboratorio si propone di realizzare uno spettacolo teatrale, in modo tale che il ragazzo possa incontrare questa affascinante forma d’arte e venga stimolato a porsi domande e a sviluppare la propria capacità immaginativa e creativa.

  • Laboratorio web
    Nel corso di programmazione web si introduce lo studente alla conoscenza dei linguaggi più comuni utilizzati per la programmazione web (HTML 5, CSS 3, Javascript). L’obiettivo è di acquisirne una conoscenza di base che permetta di creare un proprio sito web che può essere pubblicato online. Il corso è pensato per i ragazzi di terza media perché più in grado di assimilare un linguaggio di programmazione.

Lingua inglese alla primaria

Le lingue straniere alla secondaria

La nostra scuola propone l’insegnamento curricolare delle lingue inglese e spagnola.

L’insegnamento della lingue straniere nella scuola media ha proprio il compito di contribuire, insieme alle altre discipline, alla formazione di una cultura di base e allo sviluppo della capacità comunicativa dei singoli alunni. La realizzazione di un curriculum plurilingue favorisce l’acquisizione e lo sviluppo di conoscenze, abilità, strategie e comportamenti trasferibili da una lingua all’altra e valorizza il plurilinguismo che fa parte del background culturale di ciascun allievo.

Il progetto prevede l’intervento dell’insegnante madrelingua inglese in compresenza con gli insegnanti curricolari di lingua straniera per uno spazio orario settimanale (per tutto l’anno) in ogni classe. Questo potenziamento consente la trasformazione della classe in laboratorio, dove oltre all’apprendimento canonico e ai normali contenuti (strutture grammaticali e morfosintattiche) si cura particolarmente l’ampliamento del vocabolario e il perfezionamento della pronuncia usando metodi didattici attivi in cui l’allievo è impegnato ad usare la lingua in un contesto di quotidianità. 

È un modo induttivo ed immediato che fa dell’insegnante madrelingua un “audiovisivo” vivente; in particolare aiuta il ragazzo a confrontarsi con l’oggetto linguistico nella sua totalità, tale per cui si vede la lingua straniera non come un artificio, ma come uno strumento che permette una comunicazione reale.

La scuola propone agli alunni di terza media la possibilità di prepararsi con l’insegnante madrelingua e sostenere l’esame KET (Key English Test) dell’Università di Cambridge. Tale certificazione, riconosciuta a livello internazionale, attesta un livello di qualifica A2 di conoscenza della lingua. Nel caso in cui i risultati siano eccellenti il livello di qualifica attestato è il B1 low.

L’esame è valutato dall’Ente Certificatore “Cambridge English Language Assessment” sulle conoscenze al termine della scuola secondaria di primo grado nell’utilizzo dell’inglese, prendendo in considerazione tutte le abilità linguistiche (lettura, produzione scritta, ascolto e produzione orale).

I Docenti della Scuola Secondaria di primo grado

Marcella Bizzozero

Marcella Bizzozero

Coordinatrice

riceve su appuntamento

Filippo Astolfi

Filippo Astolfi

Matematica e scienze

Riceve il mercoledì dalle 10.30 alle 11.20

Simona Butò

Simona Butò

Matematica e scienze

Riceve il venerdìì dalle 8.45 alle 9.30

Alessandra Buzzi

Alessandra Buzzi

Lingua Inglese

Riceve il mercoledì dalle 8.45 alle 9.30

Maria Chieco

Maria Chieco

Italiano, storia e geografia

Riceve il martedì dalle 11.40 alle 12.30

Francesco Colombo

Francesco Colombo

Educazione motoria

Riceve il giovedì dalle 9.35 alle 10.30

Jacopo Sponchiado

Jacopo Sponchiado

Matematica e scienze

Riceve il giovedì dalle 8.45 alle 9.30

Maurizio Giovagnoni

Maurizio Giovagnoni

Arte e immagine

Riceve il lunedì dalle 10.50 alle 11.45

Giuditta Idà

Giuditta Idà

Sostegno

Riceve su appuntamento

Chiara Maggi

Chiara Maggi

Sostegno

Riceve il venerdì dalle 10.30 alle 11.20

Caterina Massari

Caterina Massari

Informatica

Riceve il martedì dalle 10.30 alle 11.20

Cinzia Mengoni

Cinzia Mengoni

Educazione Tecnica

Riceve il martedì dalle 10.30 alle 11.20

Liliana Meroni

Liliana Meroni

Italiano, storia e geografia

Riceve il mercoledì dalle 8.00 alle 8.45 e dalle 10.30 alle 11.20

Silvia Nogarino

Silvia Nogarino

Educazione musicale

Riceve il giovedì dalle 10.30 alle 11.20

Francesca Pavesi

Francesca Pavesi

Lingua inglese e spagnola

Riceve il lunedì dalle 9.50 alle 10.40

Gloria Fumagalli

Gloria Fumagalli

Italiano, storia e geografia

Riceve il venerdì dalle 11.40 alle 12.30

Shirley Rose Bugeja

Shirley Rose Bugeja

Conversazione inglese

Riceve il mercoledì dalle 9.35 alle 10.30

Melania Spinelli

Melania Spinelli

Italiano, storia e geografia

Riceve il martedì dalle 10.30 alle 11.20

Chiara Tradigo

Chiara Tradigo

Italiano, storia e geografia

Riceve il mercoledì dalle 11.40 alle 12.30

Marta Terraneo

Marta Terraneo

Lingua Spagnola

Riceve il giovedì dalle 9.35 alle 10.30

Luciana Zelioli

Luciana Zelioli

Italiano e religione

Riceve il martedì dalle 11.40 alle 12.30

Beatrice Mandelli

Beatrice Mandelli

Sostegno

Riceve su appuntamento

Rapporto scuola-famiglia

Consapevoli dell’importanza del contesto familiare quale privilegiato ambito di educazione dei figli, la scuola è impegnata a sollecitare e a mantenere vivi nel tempo i rapporti con le famiglie. Con esse gli insegnanti condividono una preoccupazione educativa a partire da un contesto di riferimento comune: i genitori non attendono dalla scuola solo una precisa e qualificata preparazione didattica, ma anche un’attenzione alla globalità della persona dei loro figli ed un aiuto nel compito di accompagnarli nella crescita.

Gli insegnanti sono a disposizione dei genitori per i colloqui personali. Questo tipo di incontro diretto e frequente con le famiglie permette di considerare il ragazzo nell’interezza del suo vissuto, completando e integrando il punto di vista che gli insegnanti maturano durante le ore di lezione. Il dialogo con le famiglie permette un proficuo cammino comune che, muovendo dallo specifico delle singole discipline, interessa l’intero percorso educativo. I genitori possono rivolgersi anche alla Coordinatrice, punto di riferimento comune per tutti i soggetti coinvolti.

Durante l’anno sono previsti due momenti assembleari, e ogni volta che se ne ravvisi l’opportunità, per comunicare alle famiglie l’andamento delle attività didattiche e illustrare, attraverso esempi del vissuto quotidiano dei ragazzi, la ricchezza e l’intensità della vita a scuola, le fatiche e le difficoltà, i passi compiuti ed i risultati ottenuti. I genitori, da parte loro, sono invitati a raccontare il ritorno che essi hanno del percorso scolastico dei propri figli, svelandone gli aspetti che meglio conoscono, evidenziando le situazioni difficoltose e confrontandosi su di essi con gli insegnanti. 

Una scuola viva…

Due giorni immersi nella Bellezza

Due giorni immersi nella Bellezza

Riconquistiamo, a poco a poco, il bello di 'fare scuola'. Che è anche uscire dall'aula e andare alla scoperta della Bellezza, che ci aspetta un po' più lontano. Rispettando le...

leggi tutto
Siamo fatti solo per sopravvivere?

Siamo fatti solo per sopravvivere?

La giornalista Maria Acqua Simi, referente estera per una testata svizzera, ha raccontato a noi ragazzi di terza di alcune persone che ha conosciuto personalmente durante i suoi...

leggi tutto
Tutti i colori del linguaggio [3]

Tutti i colori del linguaggio [3]

Chi l'ha detto che l'algebra si incontra solo alle superiori? Una delle scoperte più interessanti della scuola media è proprio la scoperta che il linguaggio algebrico è un modo...

leggi tutto
Let’s go! … iVamos!

Let’s go! … iVamos!

Lo studio delle lingue straniere è sempre un grande arricchimento: permette infatti di comunicare con persone di paesi diversi e di scoprire la cultura e le tradizioni dei paesi...

leggi tutto
Tutti i colori del linguaggio [2]

Tutti i colori del linguaggio [2]

Se il linguaggio serve ad esprimere chi siamo, quale risorsa straordinaria è il linguaggio della musica! Le classi seconde stanno compiendo i primi passi nella composizione...

leggi tutto
Tutti i colori del linguaggio [1]

Tutti i colori del linguaggio [1]

La scuola secondaria ha deciso di avvicinarsi alla 'celebrazione' della Giornata Europea delle Lingue (26 settembre) avviando gli studenti delle diverse classi ad una riflessione...

leggi tutto